La Villa di Domiziano. Un ponte verso il passato.

La Villa di Domiziano occupa la bella penisola che si affaccia su il Lago di Paola.

Il sito, in larga parte ancora da scavare, è completamente incluso entro un’area a riserva integrale estesa per circa 46 ettari.

La Villa imperiale ha riusato in parte, per la sua costruzione, le strutture di una precedente villa costiera tardo-repubblicana. La struttura si presenta oggi con un imponente prospetto rettilineo, realizzato lungo la sponda del lago con una grandiosa opera di banchinaggio, e interrotta solo da due esedre porticate presso l’area termale - balneare.L ’area termale - balneare era composta, oltre che dalle due esedre già citate, da una serie di ambienti intercomunicanti  uniti da due corridoi ed era caratterizzata dalla tipica tripartizione calidarium-tepidarium-frigidarium, che costituiva un blocco compatto con tutti gli altri ambienti, tra cui un grande palestra porticata.

A Nord della penisola, si trova l’area del Bacino absidato, caratterizzata dalla massima presenza di strutture della villa tardo-repubblicana. Qui gli architetti di Domiziano diedero prova di altissimo ingegno, riuscendo a integrare le strutture monumentali del precedente complesso nella nuova sontuosa abitazione.

La zona centrale-orientale della villa, infine, è quella posta a quota maggiore, ed è perciò interamente occupata da cisterne, che riutilizzano in parte strutture già esistenti.
Qui, sulle sponde del Lago di Paola, potrete venire a trascorrere un fresco e rilassante weekend d’estate, e lasciandovi trasportare dall’immaginazione, immergendovi negli antichi resti della Villa imperiale, potrete assaporare anche voi come la nobilitas romana trascorreva i suoi otia estivi.

Inoltre, altre notizie sullo scavo della villa sono reperibili anche nel sito Fasti online, un prestigioso database degli scavi del Mediterraneo.  

Per informazioni sulle modalità di accesso scrivere a sar-laz.circeo@beniculturali.it

Ricerca:
Coordinatore: dott. R.Righi
dir. Scientifico: prof. A.M.Jaia
dir. Tecnico: dott. D.Ronchi

Vai alla mappa